in

Giovanni ha perso la sua bambina ed anche il lavoro. Diamogli una mano!

Appello alle aziende irpine per Giovanni Marano, il padre della piccola Gioia, rimasto senza lavoro

Giovanni e Serena sono due genitori speciali che sono rimasti accanto alla loro figlia fino all’ultimo giorno della sua vita. La piccola che ha avuto la fortuna di poter contare sull’amore di due genitori così, si chiamava Gioia.

Una storia che, anche se dolorosa, ha fatto uscire fuori fin dal primo momento la solidarietà di tantissime persone. La bambina era in cura a Roma ma i genitori non avevano la disponibilità economica per poter rimanere con lei durante la lunga degenza lontana dalla sua casa in Irpinia.

Grazie al tam-tam sui social, sui giornali, su molti siti e pagine, è stato raccolto abbastanza denaro da permettere a Giovanni e Serena di poter stare vicino a Gioia fino alla fine. La piccola, purtroppo, è salita al cielo e adesso, oltre al grande dolore per la perdita di sua figlia, Giovanni deve provvedere alla famiglia non potendo più contare su uno stipendio.

L’appello è partito da Facebook e in poche ore ha fatto il giro del web. Molte sono le persone che hanno risposto con il desiderio di aiutare la sua famiglia con un’offerta, ma Giovanni ha espresso il desiderio di tornare a guadagnarsi il pane lavorando. Gli imprenditori di Avellino e provincia ora hanno una grande opportunità, quella di contribuire nel modo più bello: dando a una persona onesta la possibilità di rimettersi in piedi e di ricominciare a vivere.

Per contattare Giovanni, potete scrivere a giomarano1980@gmail.com

Cosa ne pensi?

300 punti
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

One Comment

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carmen Pierri “salernitana” alle Universiadi, la gaffe di Fatima Trotta

A Bagnoli Irpino c’è Natale al Borgo, dal 20 dicembre al 5 gennaio